metodologie mutuate dall' Oriente

IL REIKI

Reiki è Energia Vitale Universale. La parola Reiki viene dal giapponese ed è composta di due parti: Rei vuol dire Energia nel senso universale del termine; Ki si riferisce alla sua manifestazione all’interno di ogni essere vivente. L’Energia Vitale Universale è la forza che dà vita a tutto, ad un corpo composto di ossa, muscoli, organi e pelle, che fa crescere le piante, trasformare un bruco in una farfalla, guarire le ferite e far sorgere il sole.       La fisica quantistica ha dimostrato che la materia è energia e che l’energia è materia. Dunque il corpo umano è materia ma anche energia, energia condensata, come le molecole dell’acqua che possono presentarsi allo stato liquido (acqua), gassoso (vapore) o solido (ghiaccio).   L’energia, nella sua forma pura, non è visibile ai nostri occhi, come l’aria o le onde elettromagnetiche, perché esiste su una soglia di frequenza al di sopra della percettibilità dei nostri sensi. Le onde elettromagnetiche permeano l’Universo e avvolgono e compenetrano ogni essere vivente creando un campo energetico sottile chiamato Aura.

L’Aura

L’Aura non si può vedere con l’occhio fisico ma è visibile solo ad alcune persone che hanno sviluppato questa straordinaria capacità, come Barbara Ann Brennan che nel suo famoso libro “Mani di Luce” l’ha descritta e disegnata nei minimi particolari. Tutti noi possiamo comunque intuirla, percepirla e se i nostri canali sensitivi sono aperti, possiamo reagire ad essa a seconda della sua qualità e della nostra sensibilità. Essa si presenta sotto forma di alone luminoso attorno al nostro corpo fisico.   La sua principale funzione è quella di proteggere l’organismo dagli attacchi provenienti dall’esterno e di ricaricarlo dell’energia proveniente dal cosmo.  Tutto ciò che esiste sul piano fisico ha il suo equivalente sul piano spirituale. Sul piano fisico, la pelle e l’abbigliamento proteggono il nostro corpo, mentre sul piano spirituale è l’Aura a svolgere questa funzione.  Secondo la Brennan l’Aura è costituita da sette corpi energetici superiori che circondano il nostro corpo fisico:

1) Corpo eterico
2) Corpo emotivo
3) Corpo mentale
4) Corpo astrale
5) Corpo eterico “matrice”
6) Corpo celestiale
7) Corpo keterico “matrice” o corpo causale

Questi corpi si compenetrano tra loro emanando delle vibrazioni e assumendo toni cromatici diversi che rispecchiano lo stato di salute fisica, i sentimenti, i pensieri e la spiritualità dell’individuo.  Ognuno di questi corpi aurici ha una precisa funzione psico-fisico-spirituale ed è associato ad uno dei sette Chakra.

I Chakra

In sanscrito Chakra significa “ruota” e coloro che sono in grado di vederli li descrivono come ruote di luce colorata del diametro di circa 10 cm.   Sono “Centri energetici” che ricevono, assimilano ed esprimono l’Energia Vitale Universale.
L’assorbimento di energia crea un’entrata in forma rotatoria a vortice che avviene in corrispondenza di una ghiandola endocrina specifica.  I Chakra non sono entità fisiche in sé per sé, come non lo sono le sensazioni o le idee o le emozioni, che non possono certo essere considerate degli oggetti fisici, eppure la loro presenza è indiscutibile grazie all’effetto che esercitano sul nostro corpo, sulla nostra psiche, sul modo in cui pensiamo, sentiamo e affrontiamo le situazioni che si presentano nella nostra vita. Allo stesso modo in cui percepiamo il vento attraverso il movimento delle foglie e dei rami.     I Chakra principali sono sette e sono situati lungo un canale energetico posto all’interno della colonna vertebrale all’interno del quale dovrebbe fluire l’Energia assorbita in modo spontaneo e ininterrotto. Ma se la persona blocca le proprie emozioni, blocca anche il libero fluire della sua
energia e in tal modo chiude le porte dei Chakra i quali risultano così chiusi o ostruiti a causa di un’energia stagnante che non viene espulsa ma trattenuta.    

L’intervento di un Reiker che, con uno o più trattamenti, stimoli l’apertura delle porte dei Chakra
agevolandone il flusso dell’Energia e armonizzandoli, può rivelarsi una delle tante modalità a disposizione degli esseri umani per riequilibrare la propria personalità e metterla in collegamento con la propria dimensione spirituale.    Il flusso di Energia sottile cosmica entra nel Chakra della corona in cima alla testa e fluisce lungo l’asse centrale verso il basso, attraversando gli altri sei ed alimentando così il sistema fisiologico, ormonale e cellulare.    Ogni singolo Chakra ha la sua funzione, forma, frequenza e proprietà specifica. I tre chakra in basso rappresentano il piano fisico; i tre in alto il piano spirituale. Il chakra del cuore,    che si trova a metà, svolge una funzione di collegamento, di mediatore.    Per vivere in piena salute ed armonia spirituale, tutti i sette centri energetici devono essere “aperti”.     Un Chakra è aperto quando ruota o vibra con la sua giusta frequenza. Più il Chakra è chiuso, più la rotazione è rallentata; di conseguenza viene assimilata meno energia. Se la sua frequenza è troppo alta, essa può generare sovra-eccitazione ed inquietudine. Lavorando quotidianamente sui Chakra possiamo rafforzare il corpo sottile e, di conseguenza, anche il corpo fisico. Così facendo possiamo evitare l’insorgere di nuove malattie, che si manifestano prima sul piano sottile e poi sul piano fisico.

GLI EFFETTI DELLA REIKITERAPIA
Il Reiki rafforza il sistema immunitario, nervoso, endocrino, neurovegetativo, linfatico, circolatorio, digerente, per cui è efficace in moltissime circostanze.   Riequilibrando l’energia interna ripristina l’equilibrio fisico e psichico, permettendo all’organismo
di mettere in atto una sorta di autoguarigione. E’ per esempio di straordinaria utilità nei casi di
emorragie, di ulcere e in molti altri casi di problemi fisici.    Ma ciò che più ci interessa in questo contesto è che facilita la risoluzione dei problemi legati all’emotività. La sua efficacia infatti si rivela pienamente non solo nelle malattie psicosomatiche
ma soprattutto per quei problemi legati alle ansie e tensioni emotive.    Come è possibile tutto ciò? E’ semplice. In seguito al trattamento, o all’autotrattamento, l’Energia  Vitale Universale viene trasmessa all’interno del corpo, va a colmare il vuoto o a ridurre l’eccesso energetico presente o assente in tutto l’organismo o anche in un solo organo (motivo per cui si
sviluppano le malattie), riequilibrando in tal modo la funzionalità del corpo, e dando inizio, così, al processo di autoguarigione.
Ma come funziona tutto ciò?

Il Canale Energetico
L’essere umano è un canale attraverso il quale l’Energia Vitale Universale potrebbe scorrere liberamente. Abbiamo detto “potrebbe”: in realtà ciò non accade quasi mai, poiché ci sono delle ostruzioni che lo impediscono dovute al blocco cronicizzato delle emozioni e dell’istintualità. Come già accennato con i trattamenti di Reiki si aprono e si armonizzano i canali energetici, si attivano le facoltà psichiche e soprattutto si impara a richiamare l’energia cosmica, a trasmetterla per guarire o autoguarirsi, attraverso le mani e la mente. L’Energia, una volta entrata nel corpo, si dirige spontaneamente dove c’è più necessità. I processi innescati dal Reiki agiscono su tutti i piani dell’individuo, non solo su quello fisico. Con il processo di guarigione viene attivata una riarmonizzazione di tutti gli squilibri passati e presenti, spesso coinvolgendo problemi ormai dimenticati o rimossi. Si tratta di un vero e proprio processo di
disintossicazione, ove tutte le tossine fisiche e psichiche vengono rimesse in circolo per essere poi definitivamente espulse.
Una volta aperti i canali attraverso l’iniziazione che ha luogo quando si prende il primo livello, tali canali resteranno aperti per tutta la vita ed il Reiker sarà così in grado di aiutare le persone bisognose di aiuto a ripristinare il loro equilibrio energetico. Per utilizzare il Reiki ci si può rivolgere ad un operatore di fiducia per ricevere trattamenti finalizzati al riequilibrio psico-fisico che ci permetta di entrare in contatto con la nostra dimensione spirituale, oppure decidere di diventare Reiker. Diventare Reiker di primo livello è possibile frequentando un seminario che, tenuto da un Master Reiker, avrà la funzione di ripulire per sempre il canale energetico consentendo così all’aspirante di divenire fautore del proprio ed altrui equilibrio psico-fisico, aprendosi al mondo meraviglioso della
Spiritualità, dimensione esistenziale di ogni essere umano.

 

  visit page